Match dell’Epifania con sconfitta per la Pharma Volley Giuliani Bari Ottime notizie dal mercato: arriva il rinforzo di lusso, Roberta Liguori

Scritto il

Non inizia bene sul campo il 2018 della Pharma Volley Giuliani Bari, fermata in casa da un’ottima Assitec Sant’Elia nell’11a giornata di B2 femminile (girone H). Il risultato finale di 1¬-3 non esprime pienamente l’equilibrio visto in campo: Pvg pareggia il conto dei parziali e resta in partita fino alla fine del terzo set, per poi mollare decisamente nella quarta frazione.
Inizia bene invece l’anno sul fronte mercato con la buona novella arrivata poche ore prima della partita: un grande rinforzo per il roster agli ordini di coach Sarcinella, già schierato a sorpresa nello sfortunato match dell’Epifania. Pvg Bari punta in alto e lo dimostra anche sul mercato: la nuova freccia all’arco della formazione barese è Roberta Liguori, schiacciatrice di valore indiscusso, dotata di grande tecnica e potenza, proveniente dal Manfredonia di B1. Atleta di personalità, un lusso per la B2, considerando le tante esperienze in categorie superiori dell’attaccante foggiana, classe 1989 (1.85 di altezza), tra Omia Cisterna e Matera in A2 e Catania e Potenza in B1, fino alla promozione in B1 raggiunta con Manfredonia nella scorsa stagione, grazie alla vittoria nel playoff contro Cave.
“Ho scelto Pvg perché credo nel suo progetto, credo che possiamo fare bene, mi ha sempre attirato la piazza Bari e conosco l’allenatore perché già mi ha allenato – ha dichiarato Roberta, appena arrivata nel capoluogo – inoltre il presidente Pierluigi Patruno mi è sembrato una persona onesta e piena di ambizioni: molti motivi per preferire Bari ad altre squadre”.
Ha le idee chiare la nuova attaccante Pvg che si fa notare da subito, mettendo a segno 16 punti contro Sant’Elia, uno in più dell’altra laterale Lattanzio, in doppia cifra anche le centrali Piemontese (10 con tre muri vincenti) e Labianca (11, con due muri).
– La partita –
Coach Sarcinella si affida alla diagonale Alfieri-Cariello, con Lattanzio e Liguori in banda (ma ci sarà ampio spazio anche per Marasco nel corso dell’incontro, spesso al posto di Cariello, reduce da una settimana difficile dal punto di vista fisico), Piemontese e Labianca centrali e Minervini libero; coach Luca D’Amico risponde con Gatto in regia, Botarelli opposta, laterali Giglio e Di Nardi, centrali Guidozzi e Borghini, libero Kratzeva.
Primo vantaggio consistente di Sant’Elia, grazie alle bordate di Botarelli (8-12). Pvg si mantiene a distanza ravvicinata, ma non riesce mai a colmare il divario. Sant’Elia è quasi insuperabile in difesa e le baresi devono fare gli straordinari per mettere palla a terra. Lattanzio porta il match sul 19-22 e poi sul 21-24, ma l’opposta avversaria è difficilmente contenibile: 22-25.
Tuttavia nella seconda frazione Botarelli riesce a stento a tenere a galla le compagne. Pvg entra in campo con maggior determinazione. Ace di Liguori per il 6-3. Piemontese mura l’opposta frusinate: 9-4. Di Nardi nega due volte il punto alla Pharma Giuliani volando da una parte all’altra del campo. Minervini non è da meno, mettendo in mostra tutto il proprio notevole bagaglio tecnico. Pari 12. Liguori di rabbia riporta avanti Pvg: 16-14. Labianca fa la voce grossa al centro e pallonetto intelligente di Lattanzio: 23-20. Il mano-fuori di Liguori chiude il set sul 25-21.
Pharma Giuliani tiene bene il campo anche nel terzo set, nonostante le difese a oltranza delle atlete laziali. Si gioca punto a punto fino al 19-19. Botarelli forza il muro barese per il 19-21. Minervini difende sull’ennesimo attacco di Di Nardi. Lungolinea di Lattanzio per il 20-22. L’opposta di Sant’Elia colpisce senza sosta, mettendo a terra tre palle consecutive che regalano l’1-2 alle ospiti: 21-25.
Quarta frazione senza storia. Pvg regge fino al 12-16. Un lungo turno al servizio di Borghini e le bordate di Botarelli fanno il vuoto, scavando un gap di 10 punti tra le squadre: 12-22. Il sussulto della Pharma Giuliani nel finale non muta il quadro d’insieme. Il set finisce 15-25, regalando tre punti fondamentali all’Assitec Sant’Elia.
Seconda sconfitta casalinga consecutiva, dopo quella contro Orsogna, per Pvg e ko anche per Mesagne e Orsogna: cambia la fisionomia delle zone nobili del girone H, non cambia la testa, sempre più occupata da Lp Napoli a 28 punti, +5 sulle inseguitrici Mesagne e Sant’Elia a quota 23, baresi quarte con 22 punti.