La Befana porta la prima vittoria esterna della Pvg Bari, 3-1 a Palmi. Tre punti nello scontro diretto con cui le baresi toccano quota 11 punti

Scritto il

Le salvezze si costruiscono su imprese come quella compiuta nel giorno dell’Epifania dalla Pvg Bari sul campo dell’Expert Volley Palmi. Un 3-1 consegnato a domicilio da cui le baresi escono rafforzate in classifica e nel morale, nonostante una formazione rimaneggiata, viste le assenze di Giulia Cariello e Adelaide Soleti. Le ragazze di coach Sarcinella mettono in campo una prestazione tutta grinta, determinazione e applicazione in difesa, portando a casa la prima vittoria esterna del campionato (la seconda consecutiva) sul campo di una diretta concorrente alla salvezza e il primo successo da tre punti, dopo le due vittorie al tie-break.
A due giornate dal termine del girone d’andata, nel girone D è bagarre in zona retrocessione con tre squadre a 11 punti, Pharma Giuliani, Palmi e Sant’Elia e Lamezia a 12; resta fanalino di coda Volley Cilento, avversario delle foxes tra due settimane. Prima ci sarà da affrontare l’ottima Europea 92 Isernia reduce dal 3-0 rifilato all’ex capolista Santa Teresa, sorpassata in vetta da Aprilia.
La Partita
Coach Enzo Celi schiera Palmi con Perata al palleggio e Di Tommaso opposto, di banda Floridi e Buonfiglio, al centro capitan Travaglini e La Rosa, libero Barone; Marcello Sarcinella si affida alla diagonale Romanazzi-Peonia, laterali Minervini e Caputo, al centro Labianca e Piemontese, libero Valecce.
La partenza della Pvg al Palasurace è di quelle che fanno ben sperare. Le atlete di casa sembrano disorientate dallo schieramento barese: il libero Minervini indossa i panni dell’attaccante di razza sdoppiandosi tra scorribande offensive e le consuete performance difensive. È una delle chiavi dell’ottimo primo set giocato dalle foxes, che lasciano un ace a Floridi: 10-13. Gli attacchi di Caputo rappresentano un rebus senza soluzione per le calabresi, la schiacciatrice ex Isernia porta il distacco sul +5, 14-19. Prova a rientrare in gioco Palmi, con il primo tempo di La Rosa e due fendenti imprendibili di Di Tommaso: 18-19. La reazione barese è da applausi: mani-fuori di Peonia e primo tempo di Labianca, poi una serie di errori delle locali che spingono il set verso un finale piuttosto scontato. Il colpo del ko è di Peonia: 19-25.
Ci riprova Palmi nel secondo parziale. Il pallonetto di Travaglini si traduce nel 7-7. Ma le maglie difensive delle ospiti si stringono maggiormente. Palmi mette palla a terra con grande difficoltà e perde via via fiducia, lasciando campo libero alla Pvg che rinsalda i suoi vantaggi (13-17, 15-21). Caputo appoggia astutamente al muro, fast di Travaglini: 17-22. Il martello Pvg domina le fasi finali del set. Con due attacchi fiacca le resistenze palmesi. Finale 17-25.
La terza frazione è l’unica davvero in bilico nel match. Muro di Labianca e potente diagonale di Minervini per il 9-11. L’ace di Buonfiglio rimette il set in pari: 12-12. Vantaggio casalingo grazie ai colpi dell’opposto Di Tommaso: 14-13. Pvg è brava a rientrare sempre in scia del Palmi, ma in questo momento del match sono le avversarie a guidare le danze. Dopo altri due affondi di Caputo, La Rosa alza un muro invalicabile. Di Tommaso, dopo un lieve malore, va ancora a segno per il 21-21. Altro servizio vincente di Buonfiglio e mani-fuori di Di Tommaso: 23-23. Al muro di Travaglini replica una bomba di Peonia: 24-24. Ai vantaggi, ha la meglio la squadra di casa, grazie all’attacco di Floridi e a una palla contesa a rete che cade nel campo barese: 26-24 e 1-2.
Il terzo set può essere il primo atto di una rimonta o l’unico acuto in una sonora debacle. È la determinazione delle foxes a far scivolare l’incontro nella seconda direzione nella quarta parte di gara. L’inizio fa presagire tutt’altro con le locali in vantaggio anche di 4 lunghezze (9-5). Due volte Minervini e Caputo riagguantano un insperato pari 12. Col muro di Labianca il sorpasso è compiuto. C’è solo Isabella Perata tre volte a punto con seconde palle a disturbare l’avanzata barese. Si assottiglia il gap: 15-17. Due potenti diagonali di Peonia e Floridi per il 18-20. Ace di Buonfiglio che fa riavvicinare Palmi: 19-20. Nuovo attacco dell’opposto barese, seguito dal mani-fuori di Minervini: 19-23. Non molla Di Tommaso, ma le foxes vedono il traguardo. Ancora Minervini a punto, poi la fast liberatoria di Labianca che chiude la partita sul 22-25 e 1-3.